effettua il login registrati
« torna agli articoli

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

Il BlackBerry KEYone è l'ultimo smartphone nato dalla collaborazione di BlackBerry con TCL ed è un device che ritorna alle radici iconiche del marchio canadese con un forte focus sulla sicurezza e che si rivolge ad utenti aziendali e ai fanatici di lunga data del brand della mora. Il BlackBerry KEYone è uno smartphone che sembra essere sbarcato direttamente da un presente parallelo in cui il touchscreen non è mai esisto e in cui tutti quelli che amavano messaggiare digitando col pollice su una tastiera QWERTY non sono stati forzati a cambiare abitudini. Un device sfacciatamente di nicchia, prodotto dalla TCL, brand cinese che possiede tutti i diritti del brand BlackBerry in materia di hardware. Sin dall'alba dell'era degli iPhone, l'azienda canadese è sempre stata intrappolata in un limbo, tra il touchscreen o la tastiera, non riuscendo mai a prendere una posizione definitiva tra i due design.

Dal punto di vista hardware il BlackBerry KEYone non è nulla di particolare dato che il SoC è vecchio di più di un anno. Ciò nonostante utilizzare il KEYone è stato per lo più una piacevole esperienza almeno fino alla prima settimana. Dopo di che abbiamo cominciato a sperimentare un rallentamento notevole e problemi di lag. Ma andiamo con ordine.

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

Per darvi qualche prospettiva sul KEYone e sul suo design, il materiale di marketing all'interno della scatola dice che il device è "Distinctly different. Distinctly BlackBerry" ovvero “Distintamente differente. Distintamente BlackBerry”. Quest'ultima parte, e in una certa misura la prima, è abbastanza vera. BlackBerry Mobile, ovvero TCL, ha optato per quello che si potrebbe definire l'aspetto essenziale che ha definito i successi di Research In Motion. Infatti il design del BlackBerry KEYone presenta qualche ammodernamento nella sua esecuzione complessiva.

Non dimentichiamoci che questo smartphone ha guadagnato più sguardi, commenti e domande di qualsiasi altro device presentato nel suo periodo. La tastiera fisica è ciò che ha attirato gli occhi degli utenti più affezionati ma anche di quelli passati ad altro. Ma fin da subito dobbiamo sottolineare come il KEYone è rivolto a una nicchia.

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

Nella parte posteriore, il KEYone sembra abbastanza insignificante e normale. La finitura soft-touch è simile al buon Nexus 7. Le punte delle dita scorrono molto bene sui fianchi di acciaio ma quando lo si impugna appogiando la mano sul retro, questa risulta solida e sicura. Come dicevamo il telaio è in alluminio ed il KEYone si sente robusto, resistente e pesante. Questo perché i 180 grammi del suo peso si sentono tutti ed il BlackBerry KEYone diventa molto pesante dopo un uso prolungato.

Ma parliamo seriamente della tastiera del KEYone. La tastiera retroilluminata del BlackBerry KEYone è molto buona anche se provenendo da uno smartphone fuill touchscreen abituarsi a cliccare sui tasti non sarà agevole. Ogni tasto premuto risponde con un click solido. Il layout è ovviamente QWERTY e quindi è abbastanza facile arrivare al momento in cui si digita rapidamente. Le uniche cose che portato via un po' di tempo sono l'adeguarsi al layout dei simboli e delle lettere maiuscole.

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

Ad ogni modo sulla tastiera ci sono 52 scorciatoie programmabili che possono aprire applicazioni o contatti. Ad esempio, possiamo assegnare una lunga pressione alla lettera 'c' per aprire Chrome, 'f' per avviare Facebook e così via. Altra caratteristica interessante è il gesto di flick, che inserisce la prima previsione di parola spingendo il dito in avanti sopra la tastiera durante la digitazione.

Molto interessante è la tastiera intelligente e predittiva di BlackBerry installata sul KEYone. Questa fa parte della Suite di applicazioni BlackBerry e per chi ha utilizzato uno smartphone BB fin dal rilascio del BlackBerry 10, la tastiera predittiva risulta essere familiare. Essa impara e fornisce suggerimenti durante la digitazione. Scorrendo in orizzontale da destra verso sinistra in qualsiasi punto della tastiera si cancella quanto precedentemente digitato. Con lo swipe verticalmente dall'alto verso il basso si può passare dalle lettere ai numeri fino ai caratteri. Inoltre la tastiera può gestire fino a 3 lingue a scelta, tutte allo stesso tempo. Al momento la tastiera predittiva e virtuale di BlackBerry risulta essere tra le migliori applicazioni in questo senso disponibili sul Google Play Store. Se nella peggiore delle ipotesi questa non dovesse piacere, il Google Play Store mette a disposizione diverse alternative anche se siamo sicuri che non ce ne sarà il bisogno.

Forse l'unica inconvenienza con la tastiera è il fatto che questa sia sempre presente. Mentre con il BlackBerry Priv il meccanismo di scorrimento mascherava la tastiera quando non lo si utilizzava, quella del KEYone ti guarda in faccia sempre e comunque. Ciò riduce la dimensione dello schermo a 4,5 pollici con un rapporto di formato 3: 2.

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

Ovviamente comprendiamo che questa scelta progettuale è stata fatta nello spirito iconico dei primi BlackBerry con tastiera fisica, ma non tutti ne saranno contenti dato che una tastiera fisica sempre presente riduce lo schermo e non è la più piacevole delle esperienze.

Il sensore di impronte digitali è fantastico. Incastonato nella barra spaziatrice è un fulmine. Molto veloce e molto preciso. Solo i sensori Huawei si sono dimostrati così affidabili in termini di precisione e velocità.

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo


La parte anteriore del KEYone presenta uno schermo da 4,5 pollici, dei pulsanti di navigazione capacitiva, la tastiera fisica e la fotocamera anteriore. La parte posteriore ha il modulo della fotocamera piuttosto grande ed il logo BlackBerry. Nella parte superiore del telaio troverete la presa auricolare da 3,5 mm. Il lato sinistro ha solo il pulsante di alimentazione, mentre sul fondo ospita le griglie degli altoparlanti e la porta USB Type-C 3.1. Infine, il lato destro ospita il vassoio SIM, il rocker del volume e quello che BlackBerry chiama "la chiave di convenienza".

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

Il tasto di convenienza è un pulsante terziario personalizzabile e può essere mappato per quasi tutte le azioni che si desidera compiere con un click. Può aprire una certa applicazione, attivare una delle molte scorciatoie o eseguire alcune funzioni di sistema come lo spegnimento. È interessante vedere come BlackBerry stia cercando di soddisfare in qualche forma le necessita degli utenti aggiungendo questa chiave.

Nel complesso, il KEYone è ben costruito, ma è un dispositivo polarizzatore nella sua progettazione e costruzione. Alcune persone lo ameranno, mentre pensiamo che la maggior parte non lo farà. Non ha l'aspetto inebriante e incognito che aveva il Priv.

Quando si discute dello schermo del KEYone, la maggior parte si concentrerà inevitabilmente sul rapporto dell'aspetto, cioè sulla sua forma generale. BlackBerry si è concentrata di qualcosa di decisamente più quadrato di quello che molti di noi sono abituati ad utilizzare. Nonostante questo, la risoluzione 1620x1080 è fresca, chiara e abbastanza luminosa. Ci piace molto la riproduzione dei colori. Gli angoli di visualizzazione sono superbi e guardare lo schermo è una gioia.

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

Lo schermo non è l'aspetto più forte del KEYone, ma non è il più debole. La risoluzione è più che adeguata soprattutto data la dimensione totale dello schermo. Non c'è molto altro da dire sulla questione: grande schermo, colori impressionanti, ma non farà impressionare gli utenti.

Con una batteria di 3505mAh, ci si aspetterebbe che il KEYone possa durare a lungo. Si tratta di una di quelle caratteristiche con cui BlackBerry spera di incoraggiare la gente a comprare questo smartphone. La buona notizia è che è certamente al di sopra della media. Dopo aver utilizzato dispositivi come Huawei e Xiaomi, siamo abituati a device che ci permettono facilmente di arrivare a sera. Pertanto siamo soddisfatti che anche con il BlackBerry KEYone continui questa tendenza.

Durante i nostri test, abbiamo tenuto lo schermo al 100% di luminosità con molti messaggi di posta elettronica e diversi servizi di messaggistica istantanei con più di cinque ore di screen-on-time notando un drenaggio inattivo della batteria praticamente trascurabile.


Questa batteria unita alla risoluzione dello schermo contribuiscono ad arrivare ad un “uso misto” di ben 26 ore. Inoltre con il supporto alla ricarica Quick Charge 3.0, lo smartphone presenta due opzioni: solo carica e modalità di accensione. Quest'ultima viene pubblicizzato come "la carica più efficiente possibile, anche se hai solo pochi minuti".

La qualità del suono e l'uscita non sono impressionanti. Il suono che spinge fuori dalla presa per le cuffie è tollerabile e funziona bene. L'altoparlante esterno è subpar, anche se si tratta di uno smartphone. Per la musica o le notifiche, c'è molta distorsione e crepitio all'80% o più del volume. La cacofonia a quel livello è terribile, quindi abbiamo lasciato il KEYone con la sola vibrazione per la maggior parte del tempo. La qualità delle chiamate ha raggiunto le nostre aspettative con Bluetooth e WiFi che sono molto affidabili.

Tuttavia spesso lo smartphone ha abbandonato la connessione anche dove, normalmente, avevamo molto campo. Dopo aver scavato e chiacchierando con "chi di dovere", abbiamo scoperto che questo era un problema noto e che è stato affrontato in preparazione del rilascio finale attraverso un update del software.

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo


Per quanto riguarda la fotocamera, il BlackBerry KEYone è legittimamente buono. Esegue bene le foto in ambienti a bassa luminosità con immagini di buona qualità che sono nitide nel dettaglio, ma con una certa aggressività nella post-elaborazione. Quelli di voi che prestano attenzione noteranno che il KEYone confeziona lo stesso sensore del Pixel, l'IMX378.

Spostandosi verso la parte anteriore, BlackBerry ha optato per un focus fisso da 8 MP a grandangolo 84°. È incluso anche il flash LCD.  L'interfaccia utente della della fotocamera dispone delle impostazioni per il flash, il timer, il rapporto di formato e l'HDR, nonché le opzioni generali. Lungo la parte inferiore abbiamo l'anteprima della galleria, il cambio della videocamera frontale/posteriore, il pulsante dell'otturatore, la selezione delle modalità e gli effetti visivi. Nelle opzioni, si ha la modalità di controllo, dove si sceglie tra auto e manuale. Poi ci sono le compressioni standard, la rilevazione del viso e la risoluzione video. Il BlackBerry KEYone può andare fino a 4K30fps, ma si perde "una migliore stabilizzazione video" sopra 1080p30.

A livello di sistema operativo, il BlackBerry KEYone esegue Nougat 7.1.1 ed è costruito sulla sicurezza, l'affidabilità e la stabilità. Quando la società canadese si trasferì su Android portò con sé alcuni dei simboli su cui aveva costruito la sua reputazione. C'era un impegno per l'aggiornamento alle ultime patch di sicurezza mensili, alla suite di sicurezza DTEK e anche alcune modifiche hardware che hanno contribuito a garantire che gli utenti avessero la più sicura esperienza su Android. Anche con il KEYone questa attenzione è ben presente.

Una segnalazione degna di nota spetta alla Suite BlackBerry è il DTEK. Questi monitora le applicazioni in tempo reale e fornisce un punteggio complessivo che può facilmente farci comprendere in un attimo il livello di sicurezza dello smartphone. Con BlackBerry KEYone la protezione è suddivisa in 3 fasi:

Fase 1: Monitoraggio
DTEK monitora in tempo reale se le applicazioni o altri processi accedono ai propri dati personali senza la nostra conoscenza e, se il blocco è attivato sul dispositivo, è in grado di gestire o resettare da remoto. Ad esempio riceveremo un avviso se la fotocamera viene attivata da un altro utente, se il microfono viene attivato, se i messaggi SMS sono inviati da altri o se si accede ai contatti o alla nostra posizione GPS a nostra insaputo.


Fase 2: Allarme
Quando un'applicazione accede a caratteristiche sensibili (macchina fotografica, i contatti, l'ubicazione, ...), una notifica vi avviserà dando le informazioni necessarie. Queste notifiche sono completamente personalizzabili e possiamo configurare gli avvisi che si pensa siano più importanti per noi.


Fase 3: Controllo    
Se DTEK considera il vostro livello di sicurezza come passabile o scarso, saremo aiutati a migliorarlo con l'aggiunta di un codice PIN o il blocco del palmare attraverso una password o una password immagine. Google Play brulica di malware di ogni genere. Le richieste saranno esaminate prima di ogni installazione e si può scegliere di non installare applicazioni da fonti sconosciute. Come possiamo capire il DTEK ci dà il potere di controllare la privacy in modo semplice e intuitivo. Ci aiuta a capire la sicurezza necessaria per il nostro smartphone BlackBerry ed adotta misure per migliorarla. DTEK è l’esempio concreto di come BlackBerry imposta la barra per la privacy su Android.

Il processore Snapdragon 625 che alimenta tutto questo non è male come chip anche se decisamente medio e vecchio di oltre un anno. Tuttavia, dopo circa una settimana, abbiamo notato dei rallentamenti e dei lag. Ad esempio la fotocamera risultava particolarmente difettosa quando abbiamo usato la scorciatoia del pulsante per avviarla. Questa andava in blocco ed uscendo dalla app lo smartphone restava 'frizzato' per quasi trenta secondi. Successivamente, ci sono stati altri momenti di non risposta, anche dal sensore di impronte digitali o dal pulsante di alimentazione. Non sappiamo se questo sia un bug nel software o altro.

Accanto a questo spesso il telefono presenta dei lag evidenti. Le animazioni risultano ritardate, l'intero sistema operativo rallenta quando si lanciano applicazioni a intervalli casuali. Inoltre la GPU Adreno 506, nonostante sia abbastanza capace, non è una ragione per avviare giochi sul KEYone. Non solo lo schermo è abbastanza piccolo per un'attività simile, ma la tastiera e il disegno complessivo del volto del telefono rendono il gioco scomodo.

Questi problemi potrebbero essere correlati ad un software ancora non ottimizzato dato che questi problemi persistevano anche attraverso riavvii del terminale. La performance per i primi giorni è stata abbastanza buona, ma si è deteriorata molto rapidamente.

Arrivati a questo punto ci siamo posti delle domande. Vale la pena di acquistare il BlackBerry KEYone ? Quale è il valore effettivo di questo smartphone ? Non dimentichiamoci che sarà venduto al dettaglio per 599 euro. Una somma pesante per un SoC vecchio di un anno e anche se dotato di uno schermo decente, di una buona fotocamera e di un'esperienza software quasi ottima.

Personalmente non siamo convinti che il prezzo di 599 euro rispecchi il valore del BlackBerry KEYone. Probabilmente il suo prezzo corretto oscilla tra 349 e 399 euro specialmente quando pensiamo che un OnePlus 3T costa circa 450 euro con un hardware di gran lunga migliore.

Probabilmente TCL, attraverso il BlackBerry KEYone, vuole mirare agli utenti aziendali che non preoccupa troppo del prezzo al contrario di noi consumatori normali. Questi utenti, tuttavia, vogliono un telefono che funziona bene, non importa quello che stanno facendo su di esso.


Pertanto, chi sta considerando l'acquisto di questo device, deve fare i conti con le proprie possibilità nonchè con il valore che altri smartphone posso dare come il OnePlus 3T nonché il nuovo OnePlus 5 in arrivo a breve.

Ricordiamo che le caratteristiche tecniche del BlackBerry KEYone prevedono:

  • processore Qualcomm Snapdragon 625 Octa Core 2.0 GHz Cortex-A53 Adreno 506
  • schermo touchscreen Corning Gorilla Glass 4 da 4.5" ratio 3:2 con risoluzione da 1080 x 1620 pixels
  • 3GB di RAM
  • 32GB di storage
  • peso 180 gr.
  • dimensioni: altezza 149,3 mm, larghezza 72,5 mm, profondità 9,4 mm
  • OS Android 7.1 Nougat
  • sensore di impronte digitali 
  • tastiera fisica QWERTY touch capacitiva
  • fotocamera posteriore da 12 MP con autofocus e video da 1080p@30fps
  • fotocamera frontale da 8 MP
  • tasto di convenienza
  • nano SIM
  • radio FM
  • NFC
  • Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, WiFi Direct, hotspot
  • GPS
  • Accelerometro ,Magnetometro, Giroscopio, Luce di Prossimità, Luce ambientale, Effetto Hall, Accessibilità
  • Batteria non removibile da 3505mAh
  • USB Typ-C

BlackBerry KEYone, recensione, scheda tecnica e prezzo

 

Conclusioni

Quindi a chi è destinato esattamente il BlackBerry KEYone ? Secondo BlackBerry Mobile, è destinato a: "persone che usano i loro smartphone più per la comunicazione che per il consumo multimediale, le persone stanche di avere quello che hanno tutti gli altri, le persone che sono professionisti e contano sul proprio device per far funzionare le cose e persone che cercano qualcosa di durevole che durerà in una giornata impegnativa."

La nostra opinione è che il BlackBerry KEYone è destinato agli utenti affezionati da tempo al marchio. Con questo smartphone BlackBerry è tornato alle sue radici. Il suo obiettivo è fissato appositamente sugli appassionati più vecchi. Personalmente, possiamo dire che con il KEYone si è raggiunto il compromesso tra schermo touchscreen e tastiera fisica QWERTY. Il dispositivo risulta solido e ben costruito anche se è un mattone. Ma la buona costruzione è solo un criterio per valutare un dispositivo e non crediamo che il consumatore medio - o addirittura un nerd Android - gradirebbero usare questo smartphone. È ingombrante, pesante e con una tastiera fisica che ha poca richiesta sul mercato.

Questo è sicuramente un prodotto di nicchia con BlackBerry Mobile/TCL che hanno chiaramente un mercato di destinazione in mente. Torniamo a ripetere che il Snapdragon 625 è un chip decente sulla carta ma dopo aver installato diverse applicazioni si noteranno rallentamenti e lag.

Se avete già deciso di acquistarlo vi mettiamo solo al corrente delle problematiche che potreste avere con l'augurio che BlackBerrt Mobile/TCL possa risolverle magari con alcuni aggiornamenti software ma la sensazione generale è che il BlackBerry KEYone sarà solo uno di quei smartphone Android che avranno un seguito di nicchia.

Punti a favore del BlackBerry KEYone:

  • Ottima durata della batteria
  • Indistinto stile BlackBerry
  • Buoni materiali di costruzione
  • Ottimo sensore di impronte digitali nella barra spaziatrice
  • Vastità di applicazioni Android
  • Buona fotocamera per essere un BlackBerry
  • OS Android 7.1.1 Nougat

Punti a sfavore del BlackBerry KEYone:

  • 32 GB di memoria ritenuti insufficienti
  • 3 GB di RAM insufficienti per il tipo di OS
  • Assenza di carica wirelss
  • Lag e rallentamenti dopo una settimana di utilizzo
  • Tastiera fisica ingombrante
  • Peso eccessivo
  • Prezzo eccessivo

Il BlackBerry KEYone è disponibile è presso carrier selezionati, centri commerciali e store online a circa 599 Euro.

rss Condividi
comments powered by Disqus
© 2006-2017 BlackBerryItalia
All Rights Reserved
Tutti i diritti riservati

Versione mobile del sito blackberryitalia.it